12 Suggerimenti eterni per creare il tuo corso online nel 2018

Creare un corso online può essere il primo passo per cambiarti vita per sempre. Ho letto e conosciuto di persona molti imprenditori online che sono passati da raggiungere a malapena la fine del mese a fare centinaia di migliaia di euro con il loro business online ogni anno.

Ma non è tutto oro quel che luccica.

Le storie di successo come queste (così come nel caso dei grandi sportivi, per esempio) non sono arrivate per un desiderio o una preghiera, invece accadono quando a un piano d’azione ben progettato segue l’azione vera e propria.

Questo è il vero “segreto”: usare bene la testa e poi tanto le gambe.

Io credo fermamente che che chiunque nel mondo può creare con successo un corso online redditizio: deve solo impegnarsi al massimo per se stesso e per la propria attività.

Per raggiungere l’importante obiettivo di riuscire a creare un corso su internet (anche detto infoprodotto) bisogna essere concentrati e focalizzati al 100% e non accettare fallimenti o sconfitte.

Perché, se segui i suggerimenti che sto per darti, il corso (che magari hai in progetto da anni ma senza successo) si “scriverà” quasi da solo.

Quando è il momento giusto per iniziare a creare il tuo corso / infoprodotto?

In generale l’inizio dell’anno è il momento ideale per i buoni propositi, quindi anche per definire cosa vuoi fare con il tuo primo corso online.

Ma, per me, ogni momento è quello buono per cominciare.

Non c’è nessuna ragione al mondo per aspettare congiunzioni astrali favorevoli o il meteo perfetto. Rimandare non serve ed equivale a una sconfitta, già prima di partire.

Se non vuoi pentirtene inizia OGGI STESSO, chiaro?

Impostare un obiettivo, tuttavia, non è sufficiente. Infatti (e purtroppo mi viene da aggiungere) solo l’8% delle persone li raggiunge ogni anno, e quelle sono le persone che hanno buone abitudini e si sono impegnati a fondo.

Per inciso ti confermo che da uno studio su oltre 120 persone fatto proprio tra i lettori di questo blog nel 2017 la percentuale dell’8% è più che realistica, anche in Italia.

Oggi voglio aiutarti ad aggiungerti alla fila di chi ce l’ha fatta.

Sei pronto?

Se desideri davvero con tutte le tue forze creare e mettere in vendita un tuo corso online nel 2018, partecipa a questo workshop gratuito in cui ti guiderò nella creazione passo-passo del tuo corso online in una settimana.

Nel frattempo aggiungi questi dodici suggerimenti super pratici per garantire il successo del tuo obiettivo e veder finalmente nascere il tuo corso online entro questo anno.

1. Poniti obiettivi concreti

È impossibile raggiungere un obiettivo se non sai esattamente come sarà il successo. Se il tuo obiettivo suona come “Guadagna un sacco di soldi nel 2018”, cosa soddisferà la tua definizione di “molto”?

Invece, pensa a un numero concreto a cui mirare. Che si tratti di 2.000€ o 200.000€ scrivilo e mantieni quel numero nella tua testa.

ATTENZIONE: Non importa il livello a cui stai nel tuo business… perché se non hai mai creato un corso online probabilmente le difficoltà che incontrerai e dovrai superare sono molto simili.

Davide vale come Golia, quindi non farti intimorire, ok?

Inoltre, assicurati di aggiungere un intervallo di tempo al tuo obiettivo. C’è una grande differenza tra guadagnare 200.000 € in un anno o in 10 anni.

Riassumendo: fissati un obiettivo “ragionevole ma non troppo” perché se punti troppo in basso rischi di non metterti mai in moto e non sfruttare al 100% tutto il potenziale che hai dentro di te e che aspetta solo di essere scatenato.

E questo è possibile solo se decidi di osare e uscire dalla tua ADP = area di poltrimento.

2. Crea un piano d’azione preciso

È facile dire “voglio fare un extra di 10.000€ quest’anno” o “mi piacerebbe iniziare a mangiare più sano.” La realtà – suffragata da un recente studio britannico di cui ti parlerò magari un’altra volta – è che se non fai alcuna azione specifica che segua i tuoi obiettivi, è più probabile che tu fallisca.

Quando imposti i tuoi obiettivi per creare un infoprodotto, prendi in considerazione una formulazione semplificata tipo:

Entro il [D-Day] ho intenzione di:

  • fare X
  • fare Y
  • fare Z 

Il che potrebbe tradursi in qualcosa del genere:

Nel 2018 ho intenzione di guadagnare 10.000€ in più online online

  • Completare la creazione del mio corso online
  • Lanciare alla mia lista di 2.000 persone
  • Hosting di 4 webinar per promuovere il mio corso online

3. Stabilisci le priorità per raggiungere il tuo obiettivo

Ok, questo probabilmente ti sembrerà abbastanza ovvio. Ma se solo l’8% delle persone sta raggiungendo i propri obiettivi, ciò mi porta a credere che oltre il 90% delle persone non dia davvero importanza ai propri obiettivi.

NON impostare un obiettivo perché è qualcosa che senti di dover fare, invece fissa degli obiettivi in cui puoi impegnarti al 100% e mettere a frutto tutti i tuoi talenti, come se fosse un dovere etico raggiungerli e ottenerne i benefici connessi.

Ritagliati ogni giorno tutto il tempo che puoi per perseguire il tuo obiettivo e potresti sorprenderti per la rapidità con cui lo raggiungerai.

Infatti, se anche solo 30 minuti al giorno ti possono sembrare pochi, moltiplicali per 365 e otterrai oltre 180 ore totali (e virtualmente gratuite) da dedicare alla creazione e alla vendita del tuo corso online: un vero patrimonio!

LEGGI ANCHE  Studio Shock: 30 ore alla settimana per controllare l'email

4. Rendi pubblici i tuoi obiettivi

È più facile raggiungere i tuoi obiettivi quando qualcuno ti conforta e supporta mentre, al contrario, è più facile abbandonarli se nessuno sa che l’hai fissato.

Puoi dirlo a tua mamma, al tuo partner, a un amico… oppure  raccontarlo direttamente sul web avere qualcuno a cui riferire i tuoi progressi e difficoltà ti aiuterà a mantenere il giusto focus e motivazione per portarle a termine il tuo corso online.

5. Ottieni un “accountability partner”

Se vuoi migliorare il suggerimento precedente, trova qualcuno che sta cercando di raggiungere un obiettivo simile al tuo (o l’abbia appena fatto) e lavorate insieme per motivare l’un l’altro e sentirvi reciprocamente responsabili.

Puoi trovare questa persona ovunque, davvero. Dalla tua community, sui social media o in gruppi privati ​​per gli imprenditori online.

Se hai bisogno di un ulteriore livello di motivazione o vuoi rendere più divertente il processo con il tuo partner, considera l’utilizzo di un’app come Stickk. Il modo in cui Stickk funziona, è impostare il tuo obiettivo, aggiungere una penalità finanziaria per non raggiungere l’obiettivo e assegnare un arbitro che monitora i tuoi progressi. Se non raggiungi il tuo obiettivo, il denaro che metti in gioco è donato in beneficenza.

Hai in mente un accountability partner? Invitalo a unirsi a te e fallo iscrivere a questo workshop gratuito dove ti imparerai a creare il tuo corso online passo-passo in una settimana.

6. Metti in atto processi per risparmiare ancora più tempo

Personalmente, prima di diventare un esperto sul tema, la mia più grande barriera al raggiungimento degli obiettivi che ho fissato è sempre stata la cattiva gestione del mio tempo.

Quando hai un milione di cose nel piatto, capire come fare tutto può essere scoraggiante e si finisce con il non fare niente.

Se ti stai concentrando sulla creazione di un corso online per far nascere o espandere il tuo business online, scopri quali parti del tuo business  attuale (se ne hai già uno) puoi automatizzare.

Per esempio, se passi troppo tempo sui social media, scopri cosa puoi pianificare in anticipo. Puoi usare programmi come Edgar , HootSuite o l’ottimo PostPickr per far funzionare i tuoi canali social con il pilota automatico.

7. Delega ciò per cui non hai tempo

Alla fine dei conti, le persone di maggior successo hanno raggiunto il punto in cui sono concentrandosi sulle cose in cui sono bravi e delegando ciò che non è nella loro “area di genio“.

Devi conoscere i tuoi punti di forza quando hai un business da gestire. Se è nel tuo budget, cerca un aiutante e non perdere tempo a fare ciò che non ti piace e/o in cui non sei super-bravo.

Puoi trovare assistenti virtuali nei gruppi di Facebook , cerca “VA = assistente virtuale” su Google e ne troverai una valanga) oppure puoi rivolgerti a siti specializzati come UpWork.com o Freelancer.com.

Se non ti impantani nelle parti della tua attività che non sono quelle dove eccelli, puoi concentrare le tue energie sulla vera crescita ed espansione.

8. Festeggia le piccole vittorie

Se il tuo obiettivo è enorme (e spero lo sia) può sembrare scoraggiante quando sei agli inizi e i progressi sono molto lenti e poco visibili.

Ma ai miei occhi tutti i progressi sono buoni progressi. Anche se sei a solo 1/10 nel raggiungere il tuo obiettivo da 100.000€, pensa a tutto quello che puoi fare con quei 10.000€ extra che altrimenti non avresti avuto se non avessi iniziato a lavorare per raggiungere il tuo obiettivo.

RICORDA QUESTO: Nel dubbio meglio raggiungere al 50% un obiettivo super-sfidante da 100.000€ che al 100% uno "molto realistico" da 10.000€.

Te lo dico per esperienza personale.

Può essere estenuante gestire il tuo business online – fisicamente, emotivamente e in altro modo. Non lasciare che le piccole vincite passino inosservate. Celebrare le “mini-pietre miliari” lungo il percorso può aiutare a mantenere la motivazione e il tuo focus verso l’obiettivo finale senza farti prendere dall’ansia e dalla frustrazione quando la meta è ancora lontana.

Dividi la creazione del tuo corso in TAPPE (così come spiego bene in questo workshop gratuito), per esempio:

  • concludere la stesura dei contenuti
  • completare il primo modulo
  • terminare un capitolo
LEGGI ANCHE  Studio Shock: 30 ore alla settimana per controllare l'email

e poi metti sia una scadenza che una piccola ricompensa che ti stimoli a portali a termine rapidamente e senza procrastinare.

9. Ri-concentrati quando stai affrontando qualche difficoltà

Più spesso che no dovrai affrontare alcuni intoppi sulla tua strada verso il successo e il completamento del tuo infoprodotto.

Specie quando si tratta del primo tentativo (o dopo che hai già seguito senza successo altri  tutorial o corsi a pagamento) è facile rinunciare quando nascono delle difficoltà, ma spesso i problemi che incontri possono aiutarti a capire cosa non funziona.

Anzi, ti dirò di più.

RICORDA QUESTO: Quando ti trovi davanti a problemi nuovi è perché il tuo livello di conoscenza/esperienza è cresciuto e questi problemi sono il risultato concreto che sei passato di livello. Prendili quindi in modo positivo e preoccupati solo se le cose vanno sempre lisce.

Per esempio, se hai fatto un lancio del tuo corso o di un tuo libro… e hai completamente fatto fiasco, invece di gettare la spugna, rivaluta tutto. Esamina la tua lettera di vendita, la tua strategia di email marketing o la tua mailing-list.

Scopri cosa è andato storto e quali modifiche puoi apportare.

Ma c’è di più.

Trovarti a dover gestire un flusso inaspettato di clienti che manda in crisi il tuo server puoi sia vederlo come un problema fastidioso (e non nego che dovrai metterci una pezza il più velocemente possibile) ma anche un segno concreto che stai facendo strada e il tuo corso sta ottenendo il successo che merita.

Il vero problema sarebbe non dover mai affrontare situazioni di questo tipo perché vorrebbe dire che non stai “spingendo abbastanza sull’acceleratore”.

10. Fai una valutazione intermedia

Ogni 6 mesi (meglio ancora ogni 3 o addirittura ogni mese se sei alle prime armi) fai un passo indietro per valutare veramente i tuoi progressi. Vedi se sei sulla buona strada per raggiungere il tuo obiettivo finale e, se necessario, introduci delle correzioni in corsa.

Non ti servirà di certo un intero anno per creare un corso partendo da zero.

In realtà ti basteranno solo pochi giorni o alcune settimane se segui le indicazioni passo-passo che ti spiego in questo workshop gratuito.

Il mondo va troppo velocemente e cambia troppo rapidamente per sperare che il tuo piano sia perfetto e immutabile.

Fare modifiche deve diventare non solo un’abitudine ma una necessità vera e propria.

La chiave qui è non rinunciare completamente o cambiare il tuo obiettivo se non sei sulla buona strada. Invece, puoi apportare piccole modifiche al tuo corso/obiettivo, come estendere la scadenza, togliere alcune parti, dividerlo in due sotto-obiettivi per renderlo più gestibile e flessibile.

11. Unisciti a un gruppo mastermind

I mastermind sono gruppi di persone con una mentalità simile che sono iper-focalizzate nel raggiungere i loro obiettivi. Tipicamente, un mastermind è composto da persone che hanno raggiunto livelli simili di successo in diversi settori, quindi non c’è competizione diretta ma uno scambio proficuo di informazioni, esperienze e best-practice.

Nei mastermind ci sono conference-call (spesso via Skype/Zoom…) o incontri fisici regolari in cui puoi discutere dei tuoi progressi e, spesso, in ogni meeting una persona diversa starà su una “hot seat” e dovrà parlare in modo specifico dei suoi alti e bassi, ricevendo feedback da tutti gli altri.

I gruppi mastermind tendono a impiegare molto tempo e c’è un alto livello di impegno, alcuni addirittura hanno un costo di adesione annuale che supera i 10.000 euro ma il valore che se ne riceve è molto superiore e ripaga tutti gli investimenti (economici e di tempo) fatti.

12. Partecipa a una sfida online

Se stai cercando un’atmosfera simile a un mastermind ma senza la rigida programmazione o il livello di intensità, accetta una sfida online che ti spingerà a raggiungere i tuoi obiettivi.

Soprattutto se sei un tipo che ama la competizione una sfida farà veri e propri miracoli per te.

Unisciti al gruppo qui sotto e scopri come creare il tuo primo corso online in soli 30 giorni con strumenti totalmente gratuiti.

Non potrei essere più eccitato per la sfida, e sono super impaziente di vedere un tasso di successo del 100% tra tutti i partecipanti, e farò tutto il possibile per aiutarti a raggiungere questo obiettivo.

Per farlo? Basta che clicchi sull’immagine qui sotto e ti iscrivi al workshop gratuito in cui ti spiego tutto per filo e per segno.

Post Consigliati

Studio Shock: 30 ore alla settimana per controllar... È decisamente grossa e anche un bel po' imbarazzante... 30 ore alla settimana è il "tempo perso" speso da un lavoratore americano medio (che non credo sia molto diverso da un italiano medio, a parte c...
I “Lanci” sono morti… e Socrate ... Ieri sera ho fatto un'eccezione al nuovo "protocollo pre-nanna". Ho passato 15/20 minuti al tablet a leggere una serie di post mooolto interessanti di tal Andrej Chaperon, un marketer di Gibilterra...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *